Interventi

Fine settimana movimentato per i pompieri

08.09.2007
Questo fine settimana il picchetto del Corpo Civici Pompieri Locarno è stato chiamato per ben sei volte per altrettanti interventi di diversa natura. La prima chiamata sabato pomeriggio, verso le 13.45, per l’incendio di un televisore in via Franscini a Locarno, incendio domato direttamente dai proprietari dell’elettrodomestico, che hanno staccato la presa della corrente e spostato la televisione. I pompieri hanno effettuato i controlli del caso e sono rientrati in deposito, giusto in tempo per ricevere l’allarme automatico di un sensore antincendio del Kursaal di Locarno, allarme peraltro revocato pochi minuti dopo. Terza chiamata alle 17.45, dove a bruciare era un appartamento in via Borghese. Anche qui le fiamme sono state prontamente domate dagli inquilini, mentre i pompieri hanno provveduto ad un accurato controllo, utilizzando la telecamera termica in dotazione, per accertare che no vi fossero focolai nascosti nel soffitto in legno. In tutti e tre i casi i pompieri sono intervenuti con nove militi del picchetto, agli ordini dell’ufficiale di I ten Corrado Garbin, con un’autobotte, un veicolo di primo intervento e l’auto comando. La quarta chiamata poco dopo le 18.30, per un inquinamento nella galleria Mappo Morettina. Una vettura che viaggiava da Locarno verso Tenero a causa di un guasto si è fermata nella nicchia numero 7, dove ha perso dell’olio dal motore. I pompieri hanno provveduto al recupero del materiale inquinante con le apposite polveri assorbenti. Perturbato il traffico in galleria, con la corsia in direzione Tenero chiusa per permettere i lavori di ripristino. Domenica mattina alle 6.01 è entrato in servizio l’allarme automatico di un’azienda di Losone. Il picchetto si è recato sul posto per i controlli del caso e il ripristino dell’impianto. Di tutt’altro genere e impegno la missione che ha coinvolto i pompieri domenica pomeriggio. La richiesta di assistenza è giunta dai soccorritori del SALVA, per l’evacuazione di un paziente dal quarto piano di una palazzina in via Vigizzi, a Solduno. Le particolari condizioni del paziente, collegato alle apparecchiature di monitoraggio dei soccorritori, e la configurazione dell’appartamento (un duplex al quarto piano, con scale a chiocciola) non permettevano ai samaritani di spostare il malcapitato in piena sicurezza. Da qui la richiesta di aiuto ai pompieri, che si sono recati sul posto con l’autoscale e tre militi. L’ottima collaborazione che da sempre lega ambulanza e pompieri si è dimostrata una volta ancora efficace nel portare soccorso a chi è in difficoltà. La barella dei soccorritori è stata fissata, con le apposite apparecchiature a disposizione dei pompieri, sulla cesta dell’autoscala e quindi portata velocemente in basso, dove un’ambulanza ha provveduto al trasporto in ospedale. Sul posto, oltre a due equipaggi del SALVA, con diversi collaboratori, e ai pompieri, anche la Polizia Comunale che ha provveduto a dirigere il traffico, perturbato dalla presenza del grosso mezzo di soccorso dei pompieri e delle autoambulanze sulla carreggiata.






torna indietro

Top